Archivio Stagioni | Teatro Bracco | Spettacolo napoletano

Archivio Stagioni

STAGIONE 2017-2018

Il Teatro Bracco si rifà il look: cult della tradizione e piècenazionali per la 19esima stagione Sul palco insieme a Giacomo Rizzo e Caterina De Santis nomi noti della scena italiana come Ugo Pagliai e Paola Gassman, Gabriel Garko, Enzo De Caro, Maurizio Micheli, Fioretta Mari. A Natale il duo Gigi e Ross con Valentina Stella. Nel 2018 special guest Franco Ricciardi.
È una stagione tutta da ridere quella che sta per aprirsi al Teatro Bracco di Napoli, con un cartellone che ripropone, come ogni anno, i cult della tradizionemade in Naplesma questa volta accompagnati da pièce nazionali e tanti talenti della scena teatrale e musicale italiana. Otto spettacoli in abbonamento, da novembre a marzo, con un fuori programma tutto da gustare: un mini carnetnell’arco della stagionecon i migliori attori emergenti della ribaltacomica partenopea. E nel 2018 un evento speciale, il gradito ritorno in via Tarsia del cantautore Franco Ricciardi, insignito del David di Donatello per la colonna sonora del film “Song ’e Napule”, che sarà in scena con un concerto teatrale in esclusiva per il Bracco.
“Quest’anno il Teatro sceglie una nuova veste, si rifà il look – spiega il direttore artistico Caterina De Santis, da 19 anni alla guida della storica sala della Pignasecca – regalando al suo affezionato pubblico, oltre alle produzioni di Ar.Te.Te.Ca.-Teatro Bracco ispirate ai grandi classici del passato, tutta una serie di proposte nazionali rigorosamente in esclusiva, che puntano ad arricchire il cartellone e si distinguono per dare spazio ad una nuova generazione di attori e cabarettisti che, partiti da Napoli, hanno finito per conquistare il pubblico di tutto il Paese. E’ il nostro modo di innovare restando comunque fedeli alla tradizione. Non a caso, il maestro Giacomo Rizzo, interprete autentico del filone comico più prestigioso del repertorio napoletano, sarà con noi anche quest’anno nelle vesti di protagonista di due perle della risata come Tre cazune furtunate di Scarpetta e Un figlio per lo sceicco, di cui è anche l’autore”.
E proprio dalla storia delle fortunate vicende legate ai tre “calzoni” di don Vincenzo Cetrulo ripartirà il Teatro Bracco di Napoli, proponendo da venerdì 3 a domenica 26 novembre un classico del repertorio scarpettiano, “Tre cazune furtunate”, interpretato dall’affiatata coppia Giacomo Rizzo-Caterina De Santis, per la regia dello stesso Rizzo. “Quale modo migliore per sottolineare con un filo rosso il legame che accomuna da circa un secolo la storica sala di via Tarsia e i successi di Eduardo Scarpetta”, sottolinea con una punta di orgoglio la direttrice De Santis.
Dall’1 al 3 dicembre, invece, spazio al duo di rilievo nazionale Ugo Pagliai-Gabriel Garko, in scena con “Odio Amleto” di Paul Rudnick per la regia di Alessandro Benvenuti. Un testo che narra la storia di una star del piccolo schermo che prova ad interpretare in palcoscenico, non senza difficoltà, il più famoso personaggio shakespeariano. In suo aiuto spunterà il fantasma del leggendario attore statunitense John Barrymore, mascherato proprio da Amleto. Una rappresentazione piena di colpi di scena, in grado di rapire il pubblico e proiettarlo in una dimensione metateatrale capace di togliere il fiato. Accanto ad Ugo Pagliai, sul palco come nella vita, ci sarà Paola Gassman.
Da venerdì 15 a domenica 17 dicembre sarà invece la volta dell’omaggio al Principe della Risata, Antonio De Curtis, con “…In arte Totò”, una finestra sul mondo, fatto di poesie, testi, appunti, audio inediti e musiche, del più celebre rappresentante della scuola comica italiana. Un viaggio che Enzo De Caro compie a cinquant’anni esatti dalla sua scomparsa. In scena un leggio e uno schermo con le immagini, soprattutto dell’ultimo Totò che parla di Pasolini e di Fellini. Le testimonianze della figlia Liliana, coautrice del testo, trovano forma in una straordinaria pièce teatrale messa in scena dal bravissimo De Caro, accompagnato dagli strumenti del maestro Riccardo Cimmino.
Il consueto appuntamento di Natale quest’anno sarà poi scandito dai ritmi e dalle gag del fortunato duo di comici e presentatori Gigi e Ross, che da venerdì 25 dicembre 2017 a domenica 7 gennaio 2018 allieteranno le festività del pubblico del Bracco con la trasposizione teatrale del fenomeno cinematografico “Troppo napoletano”.

Scritto da Gianluca Ansanelli con la collaborazione ai testi di Ciro Villano e messo in scena insieme a Gennaro Guazzo, con la partecipazione straordinaria di Valentina Stella. La regia è affidata allo stesso Gianluca Ansanelli. Avvincente la trama. Una storia semplice ma suggestiva, che racconta le differenze che ci possono essere nella stessa città tra due zone meravigliose: il Rione Sanità e il quartiere di Posillipo. Sarà proprio l’amore tra uno scugnizzo e una posillipina a far emergere i contrasti, ma soprattutto le tradizioni, le speranze e i sentimenti che hanno sempre lo stesso sapore per chi è nato a Napoli.
Da venerdì 2 a domenica 25 febbraio torna al Teatro Bracco l’affiatata coppia Giacomo Rizzo-Caterina De Santis per un must della risata all’ombra del Vesuvio, “Un figlio per lo Sceicco”, scritto dallo stesso Rizzo, che ne curerà anche la regia. Una commedia divertente e scoppiettante, adatta a tutta la famiglia, che narra della vita tranquilla di una coppia di coniugi, la cui pace è stravolta dalla venuta dal Sudan del ricco zio Nicola, il quale si dice pronto a destinare al suo unico nipote una fortuna in denaro qualora avesse avuto un figlio. Da qui nasce l’idea di mentire allo zio Nicola per fargli credere che il bambino sia già nato, idea geniale ma messa a dura prova dall’insistenza del facoltoso parente che pretende di far celebrare il battesimo al piccolo in sua presenza, mandando così in fumoil piano escogitato dalla coppia. Un mix di esilaranti malintesi e rocamboleschi colpi di scena che fa del testo uno spettacolo unico e di successo.
Da venerdì 2 a domenica 4 marzo 2018 faranno tappa al Teatro Bracco altri nomi noti della scena nazionale. Maurizio Micheli, reduce dal successo del film campione d’incassi interpretato insieme a Checco Zalone “Quo vado”, sarà infatti il protagonista con Benedicta Boccoli, Nini Salerno e Antonella Elia de “Il più brutto week end della nostra vita”. In esclusiva in via Tarsia la verità e le bugie di un’amicizia, raccontate dal genio dello scrittore canadese Foster, capace con il suo sottile umorismo di trascinare il pubblico in una dimensione grottesca ed esilarante.
Da venerdì 9 a domenica 11 marzo 2018 approderà al Bracco ,a grande richiesta, “Menopause – The Musical”, celebrazione di donne in pieno trasloco ormonale, uno spettacolo pieno di entusiasmo, musica, risate e nuovi traguardi da superare. In scena una affiatatissima compagnia di prime donne della ribalta nazionale: Fioretta Mari, Emanuela Aureli, Fiordaliso e Manuela Metri.
Un musical unanimemente riconosciuto dalla critica come un successo internazionale. L’ambientazione dello spettacolo è nel grande magazzino della Rinascente, all’interno del quale i personaggi si muovono e le scene cambiano all’annuncio dell’altoparlante che, via via, comunica il cambio di piano e di reparto. Ventotto parodie di canzoni degli anni ’60 e ’70, disco music inclusa, sfateranno tabù, luoghi comuni e paure legate alla menopausa, culminando in una nuova visione della vita e in un senso di libertà e d’aggregazione travolgente.
Chiude il cartellone della stagione, da venerdì 23 a domenica 25 marzo 2018, l’attore napoletano di cabaret più applaudito del momento: Pasquale Palma. Già interprete di personaggi di successo di programmi televisivi come il neopoetico Eddy Scampia, il comico partenopeo sarà al Teatro Bracco con “Il dottor Futuro”, un testo scritto con Gennaro Scarpato ed Antonio Guerriero, con quest’ultimo che ne curerà anche la regia. In scena con Palma lo stesso Gennaro Scarpato insieme ad Oreste e Mirko Ciccariello.
Una commedia sul tempo, che continua a scorrere indipendentemente dalla nostra volontà. Lo scopre ben presto anche Eugenio Dragonara, uno dei personaggi di questa commedia, che nel 1986 decide di farsi ibernare, di farsi congelare, per poi essere disibernato dopo trent’anni, nel 2017. Ne segue una girandola di equivoci e colpi di scena che rendono lo spettacolo avvincente ed esilarante in ogni sua parte.
“Una stagione quella 2017/2018 tutta rinnovata, all’insegna della comicità nazionale e partenopea, un nuovo look con griffe d’alta classe teatrale, dove riderà bene chi riderà ultimo e al Teatro Bracco il pubblico sarà sempre primo fino all’ultimo”, conclude la direttrice artistica Caterina De Santis.

SPETTACOLI 2017-2018

STAGIONE 2016-2017

Presentato dalla direttrice artistica del Teatro Bracco, Caterina De Santis, il cartellone della stagione 2016 – 2017, la diciottesima per lo storico stabile di Via Tarsia: Sei spettacoli comici in abbonamento, due fuori abbonamento e tante sorprese per i fedelissimi dello storico palcoscenico della Pignasecca. Le commedie, quasi tutte produzioni firmate Ar.Te.Te.Ca.-Teatro Bracco, coinvolgeranno anche quest’anno attori, registi, scenografi, coreografi e maestranze locali. Un cartellone che guarda alla tradizione ma che non smette di innovare, con la presenza anche di giovani artisti e talenti nazionali. “Ci candidiamo sempre più ad essere gli artigiani del teatro campano – ha spiegato la De Santis –, il nostro sforzo è finalizzato a rendere giustizia ad un indotto fatto di attori e di maestranze locali che meritano dignità e lavoro per il valore aggiunto che rappresentano in un settore, quello teatrale, affascinante ed avvincente ma perennemente in crisi”. E a proposito di tradizione e made in Naples, quest’anno sulle tavole del palcoscenico di via Tarsia farà il suo ritorno il grande Giacomo Rizzo, uno degli interpreti più sensibili, autentici ed amati del repertorio classico partenopeo, che, insieme a Caterina De Santis, sarà protagonista dell’omaggio che il Bracco ha voluto dedicare al celebre commediografo Gaetano Di Maio, venticinque anni dopo la sua scomparsa. Rizzo sarà in scena a febbraio con “Mpriesteme a mugliereta”, mentre a dicembre un altro testo di Di Maio, “Madama Quatte Solde”, vedrà nella veste di attrice la De Santis in coppia con Davide Ferri e Rosario Verde. Ma la lista dei volti noti è lunga. Ad alternarsi sulle tavole del palcoscenico del Teatro Bracco saranno Peppe Lanzetta, Federico Salvatore, Rosario Ferro, Il Giardino dei Semplici, Davide Ferri, Rosario Verde, Ciro Capano, Diego Sanchez e tanti altri. Inoltre, quest’anno il Bracco ha deciso di riservare alcune soprese ai suoi abbonati. Numerosi sono i contatti con nomi assai popolari della scena e del cabaret napoletano, che con ogni probabilità andranno ad integrare in corso d’opera il già ricco cartellone della prossima stagione.

Siamo al lavoro per offrire sempre di più al nostro affezionato pubblico – ha dichiarato la De Santis – facendo ben attenzione, tuttavia, a mantenere inalterato il costo del biglietto, con un carnet fermo da ormai sei anni a prezzi ultrapopolari”. Si parte il 4 novembre con la prima di “48 morto che parla”, prima produzione Ar.Te.Te.Ca.-Teatro Bracco dell’anno, scritta da Caterina De Santis, che sarà anche in scena con Rosario Ferro, per la regia di quest’ultimo. Dal 25 al 27 novembre altra produzione del Bracco, questa volta un musical, scritto e diretto da Diego Sanchez, con protagonista la celebre band Il Giardino dei Semplici. Lo spettacolo si chiamerà “M’innamorai”, dal titolo del primo 45 giri del gruppo anni Settanta famoso per le sue melodie in tutto il mondo. A Natale primo omaggio a Gaetano Di Maio con “Madama Quatte Solde”, in programma dal9 dicembre all’8 gennaio 2017, con un cast d’eccezione capitanato dal trio Caterina De Santis, Davide Ferri e Rosario Verde, con la partecipazione di Ciro Capano e la regia di Gaetano Liguori. Dal 3 al 26 febbraio 2017 farà il suo ritorno sulle tavole della Pignasecca il grande Giacomo Rizzo, in scena in un’esaltante produzione Ar.Te.Te.Ca-Teatro Bracco che ripropone il capolavoro del compianto Gaetano Di Maio, “Mpriesteme a mugliereta”, per la regia dello stesso Rizzo, protagonista in coppia con la De Santis. Dal 3 al 5 marzo 2017, due grandi nomi della scena napoletana varcheranno la soglia del teatro di via Tarsia, si tratta di Peppe Lanzetta e Federico Salvatore, entrambi in scena con Davide Ferri e la De Santis in “Pascià”, mix travolgente di prosa e musica diretto da Gaetano Liguori. Completano la stagione due spettacoli fuori abbonamento: “Papà Tata”, commedia musicale di e con Diego Sanchez, e “Tutto fa Broadway” con Ettore Squillace, che ne curerà sia la regia che le coreografie. Ma il Teatro Bracco aprirà le sue porte anche alle compagnie amatoriali, con una rassegna interamente dedicata a loro. Insomma, anche quest’anno al Bracco sarà una stagione tutta da ridere.

SPETTACOLI 2016-2017

STAGIONE 2015 – 2016

Non c’è soltanto il teatro comico nel cartellone 2015/2016 che, da novembre ad aprile, darà vita alla diciassettesima stagione firmata Caterina De Santis al “Bracco” di Napoli. La direttrice artistica dello storico palcoscenico della Pignasecca ha messo su un puzzle di produzioni e nuove iniziative artistiche che mira a rappresentare a trecentosessanta gradi i volti della città. Un mosaico di idee e contenuti in cui si incastrano alla perfezione le mille facce di Napoli, da quella più esilarante e divertente al repertorio classico, dal musical al noir. A completare il tutto presenze importanti della scena nazionale come Enzo De Caro, attore e autore di uno spettacolo, L’oro di Murolo, omaggio al compianto cantautore napoletano Roberto e per la prima volta in assoluto di scena in un teatro. In cartellone anche personaggi comici della televisione come Lino Barbieri, Dado e Antonio Giuliani. Una stagione tutta da ridere, insomma, ma con lo sguardo rivolto ai problemi di tutti i giorni, con una morale sempre presente. Ben cinque produzioni inedite targate “Ar.Te.Te.Ca.-Teatro Bracco”, cui si aggiunge il primo talent teatrale mai promosso da un teatro, interessante sperimentazione dove a gareggiare saranno le nuove leve artistiche della città. “Produrre spettacoli nuovi e con attori giovani è sempre più faticoso oggi, con la crisi che morde e le tante difficoltà che attanagliano chi fa teatro nella nostra terra.

Ma la soddisfazione che si prova nel vedere in scena attori bravi e di nuova generazione, apprezzati da un pubblico fedele e partecipe, ripaga abbondantemente degli sforzi messi in campo”, spiega la direttrice Caterina De Santis. “Il Teatro Bracco anche quest’anno manterrà la sua politica dei prezzi, lasciando inalterati gli abbonamenti popolari che pratica da oltre tre anni, 80 euro per 8 spettacoli. Ciò a fronte di una ricerca, artistica e professionale, che invece non si è affatto fermata, consentendoci oggi di proporre ai nostri affezionati e al pubblico partenopeo uno spettacolo di Natale del tutto inedito, Incanto napoletano, che ripercorre la storia di antichi mestieri e costumi napoletani, senza tuttavia dimenticare ciò che di buono c’è nella società contemporanea tra innovazione e tecnologia. Ma non è la sola novità. Avremo Enzo De Caro con un’anteprima nazionale. E poi un contest con tutti attori giovani, cantanti, ballerini e nuove leve della scena artistica partenopea, che daranno vita al primo talent show teatrale, con il pubblico in platea a fare da giuria. In palio c’è un contratto con la compagnia del Bracco per la prossima stagione. Mai nessun teatro si era spinto così oltre. Due obiettivi con una sola azione: diamo lavoro ai giovani e mettiamo in campo un’offerta sempre all’avanguardia per chi ci segue”, sottolinea ancora la De Santis.

SPETTACOLI 2015-2016 

STAGIONE 2014 – 2015

Sarà una stagione all’insegna dell’ironia quella che si aprirà il prossimo 6 novembre al Teatro Bracco di Napoli. Per il cartellone della sedicesima stagione, la direttrice artistica Caterina De Santis ha immaginato un mix di successi della tradizione e nuovi esilaranti testi, con in scena molti giovani e ben cinque produzioni assolutamente inedite. Tanti i nomi e i volti noti che si alterneranno sulle tavole di salita Tarsia: Fabio Brescia, Antonello Rondi, Rosario Ferro, Rosaria De Cicco, Nunzia Schiano. A marzo, poi, lo storico teatro della Pignasecca aprirà le proprie porte alla musica d’autore, ospitando, in esclusiva, il cantautore napoletano fresco di David di Donatello Franco Ricciardi. L’artista, appena insignito dall’Accademia del Cinema Italiano per il brano ‘A verità, tratto dal film Song’e Napule, riconosciuto quale migliore canzone originale del Premio, si esibirà dal vivo con la sua band in un concerto dal titolo “Figli e figliastri”, inaugurando così anche la stagione dei concerti teatrali al Bracco. La data, unica, sarà quella di venerdì 27 marzo. “Anche quest’anno il teatro proporrà un’offerta scacciacrisi, confermando la politica dei prezzi degli anni precedenti, con abbonamenti che partono da 70 euro”, dichiara intanto la direttrice De Santis. Si parte con un omaggio al genio di Raffaele Viviani, presentato dall’Accademia di Belle Arti di Napoli, dal titolo “La musica dei ciechi e tournè e Viviani”, per la regia di Tonino Di Ronza. In scena Agostino Chiummariello e Nunzia Schiano. Prevista la partecipazione di Tonino Taiuti. A dicembre, a partire da giovedì 4, spazio alla musica con “Napoli in…canto”, un viaggio tra canzoni, prosa e poesia con protagonisti Caterina De Santis e Antonello Rondi. In scena anche una brillante Francesca Marini.

I interprete dalla voce inconfondibile di perle del repertorio classico. Al suo fianco ci sarà Massimo Masiello, al quale sono affidate le macchiette e gli sketch più celebri della tradizione partenopea. La regia è di Gaetano Liguori. A Natale torna lo spettacolo di drag queen alla napoletana, “Arriva la nonna allo Cheri Cheri”, seconda puntata di un’autentica trilogia della risata, che per l’occasione di tingerà anche di giallo con l’arrivo di un ospite a sorpresa. Sul palco la collaudata coppia De Santis – Fabio Brescia. A gennaio andrà invece in scena una commedia tutta sportiva, “Didì, Vavà e Pelè”, ispirata ad uno storico striscione della tifoseria partenopea degli anni Sessanta, che inneggiava alla presunta superiorità dell’attaccante napoletano Faustino Cané rispetto ai tre assi verdeoro. Il testo, scritto a quattro mani dalla De Santis con il giovane Andrea Parisi, vedrà in scena, tra gli altri, Massimo Masiello e Salvatore Misticone, lo Scapece di “Benvenuti al Sud”. Il 26 febbraio sarà poi la volta di una nuova produzione firmata Ar.te.te.ca.-Teatro Bracco, “A tavola non s’invecchia… si muore!”, cronaca esilarante di un cenone di Natale in “13”, animata dalle performance di Caterina De Santis e Rosario Ferro. A Marzo toccherà invece a Rosaria De Cicco, insieme a Cinzia Mirabella e Mario De Felice, dar vita ad uno spettacolo ricco di equivoci e colpi di scena dal titolo “Vacanze Turche”. Una produzione Eventi mediterranei, per la regia dello stesso duo De Cicco-Mirabella. Chiuderà il cartellone della stagione, “O Scarfalietto”, celebre commedia di Eduardo Scarpetta, riadattata da Rosario Ferro, in scena dal 16 aprile con la partecipazione di Arnolfo Petri. Fuori abbonamento il concerto di Franco Ricciardi, “Figli e figliastri”, unica data il 27 marzo.

SPETTACOLI 2014-2015

STAGIONE 2013 – 2014

Èuna stagione all’insegna della comicità quella che sta per aprirsi nello storico teatro della Pignasecca. Una stagione che la direttrice artistica del “Bracco”, Caterina De Santis, ha immaginato come “scacciacrisi” e all’insegna dell’ottimismo. Confermata la politica dei prezzi con abbonamenti a partire da 70 euro. Quattro le nuove produzioni teatrali, frutto di collaborazioni storiche e collaudate nate sulle tavole del palcoscenico di via Tarsia, in un cartellone di otto spettacoli diversi ma con una caratteristica comune: tutti inediti. In scena con Caterina De Santis, che è anche protagonista in tre delle quattro commedie prodotte da Ar.Te.Te.Ca.-Teatro Bracco, il decano e maestro Giacomo Rizzo, l’esplosivo Fabio Brescia, il bravissimo Antonello Rondi, l’esilarante Davide Ferri ed il divertentissimo Rosario Verde, insieme a tantissimi altri volti noti della scena napoletana come Rosario Ferro, Cinzia Oscar, Francesca Marini, Massimo Masiello. Quest’anno poi è atteso, direttamente da “Made in Sud”, il cabarettista Nello Iorio, che regalerà gag e sorrisi con lo spettacolo “Tutti trocati”, titolo tratto dal tormentone del suo personaggio “nonno moderno”. Il sipario in via Tarsia si aprirà per la prima volta questa per stagione già a novembre, con la nuova produzione “48 morto che parla”, in programma da giovedì 14 novembre a domenica 8 dicembre. Il testo, scritto da Caterina De Santis insieme a Fabio Brescia, prevede che le scene si svolgano all’interno di una famigliola napoletana di “nouveaux riches”, arricchitasi con una vincita al Superenalotto, frutto di un sogno del padrone di casa dal sapore agrodolce. Insieme alla combinazione vincente, infatti, al capofamiglia viene consegnata anche una profezia funesta: la sua data di morte. Sotto lo stesso tetto, dunque, vi è chi attende il destino con timore, senza riuscire a godersi la ricchezza, e chi, la grande maggioranza della famiglia, è impegnato a godersi la nuova condizione di benessere, mal tollerando le ansie e i patemi del “morituro”. Ne deriverà una girandola di equivoci animati da personaggi assurdi ed un finale a sorpresa davvero esilarante. In scena con la De Santis ci saranno Rosario Ferro e Fabio Brescia. La regia è curata dallo stesso Ferro. La commedia di Natale, in programma da giovedì 19 dicembre a domenica 12 gennaio 2014, è ancora una volta una produzione del Bracco e si svolge tutta tra i ponti di un’inedita nave da crociera, a bordo della quale vari personaggi, dalle vite apparentemente separate, finiranno ritrovarsi insieme in un’indagine senza precedenti. Lo spettacolo musicale si intitola “Onda su Onda” ed ha come sottotitolo un messaggio preciso: giallo in crociera. È qui che la suspence unita alla comicità dei protagonisti interpretati dal collaudato trio Caterina De Santis-Davide Ferri-Rosario Verde, con la partecipazione del famoso imitatore Mimmo Foresta, darà vita ad uno spettacolo comico ma intrigante, arricchito da musica e coreografie che richiameranno i grandi show allestiti su queste enormi navi albergo. Le scene sono firmate dal solito Tonino Di Ronza, i costumi da Maria Pennacchio, le coreografie di Ettore Squillace e la regia di Gaetano Liguori. Il testo è scritto a più mani dalla stesso Liguori e dalla De Santis insieme a Marco Lanzuise e Rosario Verde. Dal 16 gennaio al 16 febbraio 2014 sarà invece la volta del personaggio più longevo del cabaret nazionale.

Quella Deborina interpretata da Fabio Brescia, che quest’anno salirà sul palcoscenico della Pignasecca per festeggiare il suo decimo compleanno in teatro. È questa la terza produzione del Bracco, dal titolo appunto “Buon compleanno Deborina”, in cui a tenere banco saranno i dialoghi esilaranti e grotteschi con i personaggi delle favole, con punte altissime di comicità che si toccheranno con i siparietti con Elisa di Rivombrosa, vicina di casa di Agnese e Lucia de “I Promessi sposi”, oltre che in molti altri divertentissimi monologhi e canzoni. Una celebrazione a tutto tondo, per rivedere il meglio del meglio ma anche per godersi quelle improvvisazioni di cui solo Deborina è capace, che fanno di ogni suo spettacolo uno spettacolo unico. Il ritorno di Antonello Rondi sulle tavole della Pignasecca chiude il ciclo di produzioni di Ar.Te.Te.Ca.-Teatro Bracco, con lo spettacolo musicale “L’Oro di Napoli”, un viaggio tra classico e moderno, tra prosa e musica, tra poesia e canzoni. L’Oro di Napoli è il mosaico che incastra, momento dopo momento, l’inconfondibile voce di Antonello Rondi, interprete del repertorio classico napoletano e non solo, la voce “argentina”, calda e suadente di Francesca Marini, le macchiette interpretate dal bravissimo Massimo Masiello e le performance brillanti di Caterina De Santis, protagonista a trecentosessanta gradi tra letture, prosa, sketch e canzoni. A marzo, per tre giorni, da giovedì 13 a domenica 16, si ride di gusto con Giacomo Rizzo in “Un figlio per lo sceicco”. Il testo, scritto dallo stesso Rizzo, ruota intorno ad unozio sceicco, una coppia che non riesce ad avere bambini e una possibile eredità. È questo il mix scelto da un autentico maestro della comicità partenopea con l’unico scopo di far svagare la mente degli spettatori che da decenni lo seguono appassionatamente. Dal giovedì 20 a domenica 23 marzo irromperà invece sulle tavole della Pignasecca il “nonno moderno”, Nello Iorio, nelle vesti del suo esilarante personaggio di “Made in Sud” in uno spettacolo che prende il titolo da uno dei suoi tormentoni e che s’intitola “Tutti trocati”. Luoghi comuni, vecchi adagi, scene di vita sociale e familiare si ritroveranno nelle gag del bravissimo cabarettista del Tam, che porterà in teatro tutti gli aneddoti più divertenti raccontati nel programma cult in onda sulle reti RAI. Da giovedì 27 a domenica 30 marzo sarà invece la volta di un poker rosa formato da Margherita Antonelli, Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Claudia Penoni, protagoniste dello spettacolo “Stasera non escort” per la regia di Marco Rampoldi. Chiuderà la stagione un classico di Edoardo Scarpetta, che come ogni anno non poteva mancare nel cartellone del Teatro Bracco. Si tratta di “Nanassa”, riadattato e diretto per l’occasione da Rosario Ferro con in scena Fabio Brescia e Cinzia Oscar e la partecipazione di Arnolfo Petri. È la storia di Felice Sciosciammocca, ammogliato per interessre con una donna più anziana di lui e finto marito della bella Nanassa, che Felice lascia credere sua moglie per compiacere il ricco zio. Questo scambio sarà la causa scatenante di una serie di “impicci” dai cui, però, il protagonista riuscirà sempre a venir fuori. Un esilarente tourbillon di situazioni comiche, canzoni e gag per tutta la famiglia. Spettacoli con inizio alle ore 21 di giovedì e venerdì, sabato ore 18 e 21, domenica alle ore 19.

SPETTACOLI 2013-2014